I maltrattamenti animali aumentano, le pene MAI

Il caso di Priolo è l'ennesimo, i maltrattamenti degli animali non si sono fermati, neanche con il Coronavirus, anzi gli abbandoni sono addirittura aumentati.


Sono poi stati segnalata centinaia di sevizie e uccisioni ai danni di randagi nel periodo di lockdown totale. Mentre lo Stato multa chi protesta pacificamente e mantenendo le distanze, lascia a piede libero dei criminali assassini.


Tutte o quasi le forze politiche avevano promesso un aumento delle pene verso chi uccideva o maltrattava gli animali, non è cambiato assolutamente nulla. Ennesima presa in giro dei partiti nei confronti degli animalisti.


Gli animali continuano a morire in strada e i politici continuano a stare zitti, almeno fino alla prossima campagna elettorale.




0 visualizzazioni

© 2019 PARTITO ANIMALISTA ITALIANO

PARTITO ANIMALISTA ITALIANO   /  partitoanimalista@gmail.com   /  C.F.: 92059140639 / TEL./FAX: 800.985.174

SEDE LEGALE: Via Diaz, 138 - 80047 San Giuseppe Vesuviano (NAPOLI)  /  INFO MOBILE: +39. 348.494.41.00  

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
  • Instagram Icona sociale