RIAPRE LA STAGIONE VENATORIA E RIAUMENTANO GLI ABBANDONI DEI CANI DA CACCIA


Ogni anno è la stessa storia, i cacciatori, che spesso sostengono di essere i veri e unici amanti di cani e natura, abbandonano i propri amici a quattro zampe perché non più adatti alla caccia.


Questa situazione non mette in pericolo la vita di questi poveri esseri, che rischiano di morire da soli di stenti, ma va ad aumentare la problematica del randagismo.

Gli unici che cercano di contrastare questo scempio sono, come al solito, i volontari, che di tasca proprio e a loro rischio e pericolo spendono il proprio tempo per salvare questi cani, nel silenzio assoluto delle istituzioni, che, invece di occuparsi del problema, cosa che rientra tra i loro compiti; non vedono, non sentono e non parlano, lasciando i cacciatori impuniti e i loro cani in balia del destino.

Nell’ultimo periodo siamo stati contattati da diverse persone, precisamente dalla provincia di Foggia, che hanno trovato vagabondare più di una cinquantina di cani nell’ultimo periodo.


Una situazione che come ci hanno spiegato non è nuova “Ogni anno si ripetono le stesse scene e le istituzioni, invece che fare il loro dovere, non aiutano assolutamente”, ci racconta Saverio, volontario del posto, mentre ha appena recuperato Regina, una bellissima setter inglese di un anno che è stata abbandonata perché ha l’otite, Saverio l’ha fatta microchippare e la sterilizzata a sue complete spese, dimostrando ai cacciatori ancora una volta chi ama davvero gli animali.



(Foto di repertorio)


80 visualizzazioni1 commento

© 2019 PARTITO ANIMALISTA ITALIANO

PARTITO ANIMALISTA ITALIANO   /  partitoanimalista@gmail.com   /  C.F.: 92059140639 / TEL./FAX: 800.985.174

SEDE LEGALE: Via Diaz, 138 - 80047 San Giuseppe Vesuviano (NAPOLI)  /  INFO MOBILE: +39. 348.494.41.00  

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
  • Instagram Icona sociale