Spara al cervo credendo di averlo ucciso: lui si rialza e infilza a morte il cacciatore

Un cacciatore, nello stato americano dell'Arkansas, è morto dopo essere stato colpito a morte da un cervo che aveva appena tentato di uccidere.


Thomas Alexander, 66 anni, stava cacciando vicino alle montagne di Ozark quando ha sparato al cervo indifeso che si stava abbeverando ad una fonte, facendolo crollare.


Pensando che il povero animale fosse oramai morto, il cacciatore si è avvicinato per controllare il corpo, ma, appena gli fu vicino, il cervo si è rialzato e lo ha attaccato.


A nulla è valso l'intervento dei servizi di emergenza che sono arrivati sul posto troppo tardi, l'uomo è morto in ospedale.


Keith Stephens, che fa parte dell'Arkansas Game and Fish Commission, ha riferito ai media locali che la morte di Alexander è stata "una delle cose più strane che abbia mai visto" nella sua carriera ventennale.

"Non so per quanto tempo ha lasciato [il cervo] lì, ma è salito per controllarlo per assicurarsi che fosse morto", ha detto Stephens. "Evidentemente non lo era."


Importante ricordare come il cervo non è considerato nella maniera più assoluta un pericolo per l'uomo, ma nel caso si trovi in una situazione di dolore e sofferenza, allora prevale l'istinto di sopravvivenza.


Speriamo che questo triste episodio sia un monito per chiunque si continui a cimentare in questa attività barbare.



2,756 visualizzazioni

© 2019 PARTITO ANIMALISTA ITALIANO

PARTITO ANIMALISTA ITALIANO   /  partitoanimalista@gmail.com   /  C.F.: 92059140639 / TEL./FAX: 800.985.174

SEDE LEGALE: Via Diaz, 138 - 80047 San Giuseppe Vesuviano (NAPOLI)  /  INFO: 329.417.55.57 --- 348.494.41.00  

  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
  • Instagram Icona sociale